Immagine articolo
02/11/2015

I compagni di stagione: Zucca, carciofo e castagne

L’autunno è arrivato! Per questo motivo vorrei analizzare alcuni alimenti che ci accompagneranno in questa stagione.

CARCIOFO

Il carciofo è una pianta di origine mediterranea che viene raccolto da ottobre a giugno. Le varietà di carciofo coltivate nel mondo sono circa 90.

I principi attivi del carciofo sono moltepilici:

-       Cinarina: sostanza aromatica che gli conferisce il caratteristico sapore amaro i cui benefici vengono disattivati dalla cottura (per questo motivo è meglio consumare il carciofo crudo), favorisce la diuresi e la secrezione biliare;

-       derivati flavonidici, azione antiossidante;

-       acidi organici, come il citrico che favorisce l’assorbimenti di ferro e ha potere alcalinizzante;

-       tannini, azione antibiotica, antidiarroica ed emostatica;

-       sali organici di potassio e di magnesio;

-       vitamine del gruppo B e beta-carotene;

-       zuccheri come inulina e mannite consentiti ai diabetici.

L'attività terapeutica dipende dall'insieme delle sostanze (sinergismo).

Il carciofo ha proprietà digestive e diuretiche e, grazie alla presenza di inulina permette di abbassare i livelli di colesterolo.

Gran parte dei principi attivi del carciofo è contenuto nelle sue foglie che normalmente non vengono consumate: preparando un infuso con le sue foglie, otterrete una bevanda molto amara che sarà in grado di ridurre drasticamente la percentuale di colesterolo nel sangue.

Se cuocete i carciofi non gettate l'acqua di cottura, in quanto è molto ricca di minerali e può essere aggiunta a minestre con conseguenti effetti benefici!

 

ZUCCA

La zucca apporta 18Kcal per 100gr, questo grazie alla presenza del 94,5% d’acqua. I carboidrati ammontano al 3,5% mentre le proteine 1,1%. Grassi praticamente assenti (0,1%).

Essendo arancione è ricca di caroteni e vitamina A, ricca di minerali tra cui fosforo, ferro, magnesio e potassio. Buono il quantitativo di vitamina C e vitamine del gruppo B

La zucca espleta buone proprietà rinfrescanti, diuretiche, lassative e digestive.

CURIOSITA’!

Lo sapevate che la zucca anche se dolcissima ha pochissimi zuccheri complessi?

Il quantitativo di carboidrati è talmente bassa che diventa un alimento consigliato anche ai diabetici..

Ottima per preparare gli gnocchi diventa un buon pranzo e alla sera potete usarla come zuppa…è talmente consistente che non servono le patate e in questo modo migliorate il riposo notturno!

Fantastica anche per preparare dolci e biscotti che diventano una buon accompagnamento per la colazione e lo spuntino del mattino.

 

CASTAGNE

Da un punto di vista nutrizionale, la castagna è un alimento che presenta un’elevata  percentuale di amidi abbinata ad un discreto contenuto di grassi, proteine, Sali minerali (soprattutto potassio, fosforo, zolfo, magnesio, calcio, ferro) e vitamine (C, B1, B2 e PP). Queste caratteristiche, unite all'ottima digeribilità, rendono la castagna un alimento ideale anche per gli sportivi.

Attenzione però a chi è in sovrappeso, a chi soffre di diabete o presenta disturbi intestinali perché durante la cottura buona parte dell'amido si riduce in zuccheri semplici, portando ad un aumento della glicemia oltre che a processi fermentativi. Se non volete rinunciare alle castagne in questo periodo e allo stesso tempo non volete effetti collaterali mangiate 5 castagne a colazione o come spuntino della mattina.

L’infuso ed il decotto, ricchi di tannini, sono utili in caso si bronchiti e diarrea, mentre i gargarismi con l’infuso di foglie sono un ottimo rimedio contro infiammazione di gola e bocca (che in questo periodo non mancano!).

Quindi, se usati correttamente, sono tutti alimenti validi nella nostra alimentazione quotidiana!

 

 

 

indietro