Immagine articolo
09/08/2015

Sempre a proposito di costume

Esiste veramente una voglia di cose nuove o siamo ostaggio del costume corrente?

A questa domanda che pongo in modo da provocare un dibattito, almeno lo spero, 

Si può rispondere in molti modi , ognuno con la propria sensibilità e personalità.

Quello che mi capita di vedere in molte coppie che approcciano a me in appuntamento è la voglia di cercare là novità di uscire dai meandri del già visto e già fatto, ma detto questo, dopo alcuni minuti di conversazione li sento esprimere richieste che ci riportano esattamente al conformismo piu in voga e a scelte molto standardizzate.

Allora necessità essere chiari, giusto per essere " professionali" e quindi se, come il sottoscritto, si propone una fotografia dagli esiti alternativi agli standard comuni,

non bisogna temere di dire esattamente quello che si pensa rispetto  alla gestione della giornata. A mio modo di vedere se un possibile cliente si presenta a me perché ha percepito,dal mio modo di creare immagini, una aspettativa innovativa o comunque 

distante dallo standard in uso, io devo assolutamente stare dentro a questo binario creativo e non devo fare nulla che possa deviare il mio percorso di lettura e racconto della giornata. Necessita veramente parlare in modo chiaro e forte, che loro, la coppia, sono venuti a chiedere questo tipo di servizio perché hanno visto le immagini di altre storie, e ne sono rimasti incantati per la forza emozionale che le stesse immagini hanno trasmesso loro. Pertanto devono assolutamente lasciare il timone in mano al professionista.

A volte tutto il clima pre - wedding e le famiglie stesse degli sposi, ma anche i famosi amici tuttologhi, riempiono la testa di inutili consigli e banalità a questi due ragazzi, che si sposano per la prima volta, e che quindi si sentono addossare un sacco di obblighi con usanze provenienti dal retaggio di altri tempi.

Basta puttanate per favore!

Lasciate che sia, il giorno della libertà, del piacere di assaporare le cose che sono nella unicità della coppia.

Care coppie, fate esattamente quello che vorreste fare da sempre!

Avete fantasticato per lunghi mesi, avete sognato un giorno tutto per voi, per fare quello che vi piace, avete sudato e sacrificato tanto tempo e denaro per questo momento....e poi ....poi arriva qualcuno da fuori che ti rende ostaggio del consueto, di quello che fanno tutti, perché si fa così, e perché tutti fanno così.

Questo è quello su cui vi chiedo di riflettere, se veramente vi state sposando voi, oppure si stanno risposando ...i vostri amici...qualche vostro genitore è chissà chi altro ancora.

NO! 

Dite no alla banalità!

Siate voi stessi, abbiate il coraggio di fare le vostre scelte in autonomia e sganciati dai retaggi del passato, ascoltate la vostra anima, lei sa esattamente quello che volete.

Non è vero che dovete far felici le persone che verranno al vostro matrimonio...

VOI, solo Voi avete il diritto di essere felici, solo voi dovete essere felici...

Non lasciatevi prendere dal senso di colpa, che l'educazione corrente,il più delle volte ci ha innestato dentro come un virus malefico che ci perseguita sempre.

Quante volte siete stai voi invitati ad un matrimonio e vi siete ripromessi di Non fare tutto questo inutile e noioso programma.

Siate Liberi....liberi di fare e agire...esattamente ascoltando voi stessi, perché 

come ci insegna da molti secoli la filosofia antica..."Bisogna dunque esercitare ciò che procura la felicità, perché se abbiamo questa abbiamo tutto" Epicuro 341 a.C- 270. a.C.

Essere moderatamente egoisti, nel senso di prestare attenzione a quello che proviene dal nostro interno più vero, più autentico, il nostro vero diamante, che brilla di verità della nostra essenza

Ultima provocazione per riflettere:

Che senso ha  dare da mangiare agli invitati per 3/4 ore, riempirli come dei vitelli all'ingrasso, per vederli sfiniti e a volte anche un po' annoiati, attendere il taglio della torta che finalmente gli darà la possibilità di salutarvi,ricevere la bomboniera, detta anche prendi polvere, per velocemente rincasare ?

Che senso ha invitare 100 persone sperando che con la famosa "donazione" in busta possiamo pagare il pranzo del banchetto nuziale?

Ma il,matrimonio nel 2015 è davvero solo questo? 

Abbiamo il coraggio di andare oltre?

 

Spero di avervi offerto una possibilità di riflessione...

Ma attenzione la riflessione interiore potrebbe darvi una strana sensazione di liberazione mentale 

e solitamente quando si inizia questo percorso di liberazione degli schemi mentali predefiniti, ci possiamo sentire bene, più leggeri, più liberi insomma e quindi come una droga questo può dare  assuefazione al piacere.

 

Con il rispetto che vi è dovuto.

Alfonso Lorenzetto

indietro