29-08-2015

Chippy o shabby chic?

Non è solo uno stile elegante e artistico, ma è anche un bellissimo modo per riciclare “robe” vecchi, dar loro nuova vita e spendere poco divertendosi.

E’ lo stile chippy, che per suono assomiglia molto a cheap ovvero a basso costo, anche se il riferimento più diretto ovviamente va a chip ovvero scheggia.  E sì perché lo stile chippy prevede l’utilizzo di oggetti d’arredamento rovinati, usati, scheggiati, maltrattati che lasciano intravedere il sapore del tempo passato.  

Il principio è sempre quello dello shabby chic, cioè dare nuova vita ad oggetti che hanno un’anima, una storia da raccontare, ma senza recuperare l’oggetto, lo stile stile shabby è diventato quasi una moda imperante, che ha spinto le persone rendere usati anche oggetti nuovi e a decapare tutto. Un po’ come lo stile vintage ha portato la moda nell’abbiglimento a creare scarpe e abiti effetto usato/invecchiato o addirittura sporco.

Il chippy invece è autentico, si tratta di oggetti che veramente ne hanno subite di tutti i colori, messi lì senza scartavetrare via la ruggine e senza dare una nuova mano di vernice. Così come sono vengono utilizzati per arredare.

E perché allora non utilizzarli per il proprio ricevimento? Due cornici con la vernice rovinata a fare da portale per gli sposi all’ingresso, sedie vecchie, cassette di legno, vecchi portali o infissi a creare il pavimento; qui la creatività ci va davvero a nozze, si possono creare originalissime ambientazioni con il giusto abbinamento di fiori freschi e cose chippy. 

E’ uno stile che si addice ad un matrimonio romantico o forse sarebbe meglio dire new romantic,  ovvero quel misto fra romanticismo e decadentismo.

L’aspetto divertente è quello della ricerca degli oggetti, nei mercatini dell’antiquariato si possono trovare moltissime cose e moltissime idee e poi chissà che non troviate qualcosa di così interessante da arredare anche la vostra casa così.

Indietro
News image