13-04-2015

Il matrimonio è uno scherzo, un gioco da ragazzi!

E che matrimonio è se non ci sono gli scherzi degli amici?

Se avete in mente un matrimonio fedele alla tradizione ecco tutte le piccole usanze da rispettare. E per aggiungere un po' di pepe al gran giorno, qualche scherzo innocente, ma divertente da fare agli sposi. 

Sogni un matrimonio tradizionale, con il vestito bianco e tantissimi invitati per una bella festa sontuosa e indimenticabile? Allora non potrai fare a meno di rispettare qualche tradizione sul matrimonio... si dice che queste tradizioni portino fortuna a chi le segue! 

La tradizione vuole che la sposa il giorno del matrimonio abbia con sè queste sei cose: 
- una cosa prestata e una cosa regalata: indicano il profondo legame con le persone care, la famiglia di origine, che dimostrano in questo modo di essere vicini alla sposa; 
- una cosa azzurra: è il simbolo della purezza e dell'amore fedele, e deriva da una tradizione ebraica in cui alla sposa veniva donato un nastro per capelli di questo stesso colore; 
- una cosa vecchia: rappresenta il passato e il legame indissolubile con la vita precedente; 
- una cosa nuova: simboleggia la nuova vita che stai intraprendendo. 
Nei paesi anglosassoni la sposa mette anche una moneta da sei pence all'interno della scarpa: questo è un simbolo di fortuna e ricchezza, che da noi è stato sostituito con l'usanza di farsi appunto regalare qualcosa da una persona cara. 
Altra usanza italiana è invece quella di indossare una giarrettiera (bianca o rossa), simbolo di prosperità e fortuna. 

Alsimbolo tradizionale del matrimonio sono i confetti: sono scelti sempre di colore bianco e in numero dispari. Di solito si regalano 5 confetti, che rappresentano le altrettante qualità che un buon matrimonio dovrebbe possedere: salute, fertilità, lunga vita, felicità e ricchezza. La tradizione vuole anche che i due sposi non si vedano e non si parlino, il giorno prima delle nozze, nè la mattina stessa. Lo sposo, dopo essere uscito di casa, in nessun modo dovrebbe tornare sui suoi passi: per questo motivo viene accompagnato passo passo da un amico o un testimone. 

Dall'antica Roma deriva poi l'usanza di prendere tra le braccia la sposa, quando per la prima volta gli sposi varcano la soglia di casa. Pare che ricordi il famoso Ratto delle Sabine, o più semplicemente che servisse a scongiurare il pericolo che la sposa inciampasse sulla siglia di casa, facendo quindi presagire qualche sfortuna. 

Una delle 'tradizioni' italiane è quella di organizzare degli scherzi, più o meno innocenti, ai danni degli sposi. Alcuni scherzi sono anche molto pesanti, e spesso rischiano di rovinare la prima notte di nozze agli sposini, oltre che rovinare l'amicizia. Per esempio danni alla casa nuova, come murare la porta di ingresso, spargere acqua, farina e sale sui pavimenti e nei cassetti, o ancora usare la schiuma da barba per ricoprire tutta l'auto degli sposi, che potrebbe in questo modo rovinarsi o rovinare il letto e la biancheria con acqua, bibite o sapone. Per rendere piacevole un matrimonio, è meglio, quindi, non esagerare! 

Ecco alcuni scherzetti che si possono organizzare in modo innocente, senza creare danni alla casa: 
- riempire la camera da letto con dei palloncini, magari a forma di cuore, che invadano completamente la stanza; 
- se volete regalare dei soldi agli sposi, fateveli consegnare in tagli da 5 euro e infilateli dentro dei rigatoni crudi: gli sposi dovranno divertirsi a tirare fuori le banconote una ad una; 
- posizionate in casa degli sposi delle sveglie puntate a notte fonda: gli sposi dovranno cercarle per casa per spegnerle; 
- sigillare la tazza del water con la carta trasparente da cucina; 
- riempire la macchina di palloncini; 
- legare le portiere della macchina con del filo da pesca in modo che aprendone una si chiuda l'altra, e viceversa; 
- inserire il proprio regalo all'interno di uno scatolone con dentro molta carta, e poi via via in scatole sempre più piccole; 
- mettere dei pesci rossi a nuotare nella vasca da bagno; 
- riempire la casa di post-it; 
- sostituire i menù del ristorante con dei finti menù in cui siano elencati piatti insoliti e con ingredienti strani. 

 

Articolo tratto da pianetadonna.it

Indietro
News image