19-03-2015

Come trovare l'abito perfetto ed essere felici!

E’ uscito da pochi giorni nelle librerie, il manuale illustrato e firmato Alessandra Rinaudo, fashion designer della omonima linea, direttrice creativa della Nicole Fashion Group, il celebre brand di abiti da sposa, fondato con il marito Carlo Cavallo, presidente del gruppo.

Alessandra Rinaudo, saluzzese, è anche il volto televisivo di  Real Time nella trasmissione, ripresa a febbraio (alla seconda edizione) “L’abito dei sogni” di cui il libro,  già richiestissima novità editoriale, prende il titolo. “Un’idea che nasce davanti facebook – afferma la stilista riferimento di eleganza in questo ambito sartoriale - ogni giorno molte spose mi scrivono ponendomi la domanda “qual’ è il modello giusto per me?”.

"Esistono molti qualificati testi sul tema dell’organizzazione evento matrimonio, ma non un manuale legato alla scelta dell’abito dei sogni, che rende ogni donna meravigliosamente indimenticabile nel giorno del sì. L’occasione  mi ha permesso di racchiudere nel libro, la mia esperienza lavorativa e dei miei collaboratori, i ricordi, le malizie di un mestiere antico e sempre attuale, ma anche  la mia visione della quotidianità, della moda e dell’importanza di un atteggiamento psicologico positivo per affrontare ogni singolo giorno".

Nel manuale (editore Gribaudo) i consigli di una professionista che, alla professione, si è accostata da bambina. L’abito dovrà far  sentire la donna che lo indosserà una regina, a suo agio, giusta, nell’ atmosfera e  nella cornice che i due sposi hanno scelto. "Perché l’abito racconta agli altri chi siamo - spiega con garbo Alessandra – e soprattutto in quel giorno speciale, deve comunicare, la nostra personalità profonda e il nostro stile, andando anche al di là i dettami della moda."

Di che abito sei? Con la domanda si apre il ventaglio di risposte individuate dal suo occhio esperto, per aiutare nella scelta e far superare le insicurezze che essa determina. Sono una sequenza di modelli che meglio si  armonizzano a determinate proporzioni fisiche, all’età, all’atmosfera e con i gusti di chi lo indossa. Dalla linea ad A, perfetta per le minute e le curvy, al modello a sirena, a quello scivolato, redingote, impero, alla linea da principessa e a quello trasformabile, per arrivare al taglio moderno, dedicato a chi ama l’eleganza contemporanea.

Tutte le proposte sono corredate dai  disegni della stilista e da foto d’archivio della maison, molte delle quali scattate nel centro storico di Saluzzo. Insieme, il consiglio per la scarpa da indossare e il tipo di gioiello, senza dimenticare indicazioni per la scollatura dell’abito, dettaglio che merita, nel manuale,  un capitolo a sé.

“La sposa aveva trovato il suo abito dei sogni: rosso!  - racconta la stilista, ricordando la scelta di una sposa, in atelier. Si, perché l’abito non è solo bianco o avorio, ma può essere rosso, pastello, tutto colore o avere un tocco di colore, come quello del particolare blu, sempre di buon auspicio."

Sul velo, accessorio principe per eccellenza, il “sì, sempre”di Alessandra Rinaudo che consiglia come e quando toglierlo, come indossarlo. Tra i consigli, mai scontati, l’armonizzazione di abito e location, come scendere e salire dalla macchina con l’abito haute couture dagli ampi volumi, come sedersi, come aggiungere fascino con  un tocco in più.

Nel libro, dall’impatto grafico fresco, scorrevole,  moderno ed elegante, da sfogliare e da consultare, destinato a diventare un must have delle future spose, Alessandra risponde alle domande più frequenti circa il dress code di damigelle, mamme e invitate, bouquet, beauty e termina, senza dimenticare un comodo glossario, con uno scadenziario dell’abito da sposa, un’agenda che accompagnerà la sposa nelle cose da fare, dalla prova dell’abito al trucco, al grande giorno.

Tra foto di sfilate, shooting, consigli pratici, non manca qualche rametto sparso di poesia. Per lei hanno un significato personale e del resto “Ogni abito dei sogni, deve avere il proprio sapore di poesia.” afferma.  

C’è mestiere, ma anche tanta empatia nei consigli della stilista, che ha respirato fin da bambina l’atmosfera dell’atelier e l’incanto degli abiti da sposa: una tradizione di famiglia. Alessandra, lo racconta  con semplicità, parlando di un luogo incantato, una mansarda (nel Saluzzese) in cui da piccola, se ne stava spesso, in mezzo a gonne di tulle e veli, che scendevano dal soffitto. Uno spazio che sua madre, Maria Teresa Lauteri, aveva adibito a negozio per spose, uno dei primi in Piemonte.

Poi la scuola, l’alternarsi tra traduzioni di greco e latino con  la sartoria, prima della scelta professionale, quasi scontata. “E’ il lavoro che ha scelto me -  dice  - Ho sempre amato la moda, ma creare abiti da matrimonio, mi permette di rivivere i sentimenti delle mie spose, realizzando per loro qualcosa di unico. Perché io quel giorno da favola l’ho vissuto ed è stato meraviglioso” continua nell’incipit  del libro la fashion designer sposata con Carlo Cavallo, tre figli, ricordando quando ha percorso la gradinata principesca della chiesa, fatta di rose bianche, i suoi fiori preferiti, al braccio del padre, più emozionato di lei.

Il libro per il quale Alessandra Rinaudo ha iniziato il tour di presentazione in tutta Italia, è in vendita nelle librerie. www.feltrinellieditore.it/gribaudo/ www.alessandrarinaudo.it.

Indietro
News image