11-11-2014

Angelina Jolie: «Il bello di essere marito e moglie»

L'attrice sulle nozze con Brad Pitt («Ci si sente diversi, adesso»), celebrate per amore dei figli («È stato bello vederli così emozionati»). E sulle sfide future («La politica? Sono aperta»)

«Ci si sente diversi, è bello essere marito e moglie». Con queste parole Angelina Jolie ha commentato per la prima volta (sulla cover di Vanity Fair America) le nozze segrete con il compagno di lunga data, Brad Pitt.

I due, com'è noto, sono andati all'altare lo scorso 23 agosto al Castello di Miraval, in Francia. E l'hanno fatto, soprattutto, per i loro sei figli (Maddox, 13 anni, Pax, 11, Zahara, 9, Shiloh, 8, e Vivienne e Knox, 6. Che lo chiedevano da tempo.

«I bambini ci hanno detto "Fatelo" e noi abbiamo risposto: "Lo facciamo"», ha raccontato l'attrice. Così ognuno di loro ha avuto un ruolo importante nel corso della cerimonia, intima e romantica. «Non c'era la torta e così Pax ne ha fatta una», ha aggiunto, «e poi tutti insieme hanno creato i custini per gli anelli. È stato bello vederli così emozionati».

Ai fiori, invece, ha pensato la mamma dell'attore. «Li ha raccolti in giardino e poi li ha legati insieme».

E adesso che è la signora Pitt, Angelina, da sempre impegnata in cause umanitarie, potrebbe essere pronta a un altro passo: la politica. «Quando si lavora nel settore umanitario si è consapevoli che la politica debba essere considerata», ha spiegato, «perché se si vuole davvero cambiare qualcosa bisogna essere pronti ad assumersi delle responsabilità».

 

Articolo tratto da Vanity Fair

Indietro
News image