08-05-2015

Questo matrimonio s'ha da fare! E si farà!

Questa che state per leggere è una di quelle storie che scalda il cuore, il racconto di un amore che non riguarda solo chi sta per sposarsi, ma è l'amore per la vita. Un'intera comunità unita nell'aiutare due ragazzi a realizzare il proprio sogno, quello di festeggiare le loro nozze.

Volevano sposarsi, ma non avevano la possibilità economica per farlo. Ma a rendere possibile il desiderio di Antonio e Natalina (i nomi sono di fantasia) genitori di due bimbi di cui uno di pochi mesi, si è mobilitata l'intera comunità locale. È accaduto sabato scorso a Pezzalunga, una popolosa frazione semirurale di Acerra. I vicini, lotta a raccogliere i fondi necessari, hanno messo a disposizione una casa per il ricevimento per un'ottantina tra parenti ed amici della coppia poco più trentenne. Alcuni commercianti hanno fornito i vestiti per la cerimonia, la torta nuziale, il trucco, la messa in piega e finanche l'auto per gli sposi.


Una gara di solidarietà per Antonio, un muratore che lavora solo saltuariamente e Natalina, casalinga, in cui nessuno si è tirato indietro. Il banchetto nuziale è stato preparato dai volontari della mensa della Caritas aiutati da tre giovani chef di alcune scuole alberghiere limitrofe che hanno fornito anche il personale di sala. Durante il matrimonio celebrato nella chiesa San Carlo Borromeo dal vescovo Antonio Di Donna e dal parroco don Stefano Maisto e a cui ha partecipato anche il sindaco Raffaele Lattieri, è stato battezzato anche il loro ultimo figlio di appena due mesi.

 

Articolo tratto da: Ilmattino.it

Indietro
News image