19-01-2015

Trucco sposa: consigli e segreti per il make up nel giorno delle nozze

Luca Mannucci, makeup artist ci svela i segreti per il trucco perfetto

Abito: scelto. Location: scelta. Fiori: scelti. Il giorno delle nozze si avvicina e nella to do list siete arrivate alla questione trucco sposa. Per tutte le spose del 2014 abbiamo fatto alcune domande al makeup artist di Deborah Milano Luca Mannucci, che affiancherà il wedding planner Enzo Miccio nel suo nuovo programma Enzo Missione Spose (su Real Time).

Qual è il segreto per un trucco a prova di lacrime e baci?
“Il make up da sposa non può fare a meno di alcuni prodotti professionali che garantiscono al trucco una luminosità ed una tenuta perfetta: primi fra tutti il primer viso e il primer occhi, che applicati prima del fondotinta e dell’ombretto permettono ai prodotti di aderire meglio alla pelle e di fondersi assieme per realizzare una base ideale.
Non dimenticate poi il primer labbra, che applicato prima del rossetto crea un film protettivo che dona al rossetto luminosità e compattezza per la durata dell’intera festa.
Infine, è importante fissare e opacizzare il trucco con una cipria in polvere, per evitare  il formarsi di macchie sulla pelle e dare all’incarnato una perfetta luce satinata.

Il mio consiglio è: puntate su polveri beige-dorate per le pelli leggermente abbronzate  e  polveri beige-rosate per le più chiare. Infine, mai dimenticare il mascara, rigorosamente waterproof: io consiglio di applicarne anche uno volumizzante solo sulle ciglia, per enfatizzare il risultato”.

Quel giorno ogni donna vuole apparire bellissima: meglio una makeup correttivo o capace di esaltare senza trasformare?
“Personalmente non amo il trucco correttivo per la sposa,  perché conosco molto bene i prodotti di  camuflage e  il risultato che si ottiene con il loro utilizzo e' sempre molto artificioso.
Preferisco un make up molto più moderno,  che valorizzi la naturale bellezza della donna mettendo in luce i pregi e cercando di proteggere con il trucco quelli che comunemente sono visti come dei difetti.
Un naso importante per esempio si corregge in maniera naturale scegliendo un’acconciatura  adeguata.
Un viso appesantito invece apparirà più giovane se scegliamo per l’abito una scollatura con linee più geometriche.
Un viso minuto e spigoloso infine apparirà più morbido scegliendo un orecchino  dal design arrotondato.
Tutto ciò però non mi impedisce di usare la tecnica del chiaro scuro con fondotinta, ciprie e terre per ottenere delle correzioni che siano comunque  le più naturali possibili.
La linea da dare alle sopracciglia infine già di per se ' permette di correggere uno sguardo non più fresco o una forma di occhio non propriamente perfetta.
Infine , un rossetto dai toni naturali e' molto più indicato rispetto ad uno più intenso e brillante se la sposa non ha un sorriso impeccabile”.

Quali sono le nuance da preferire?
“Secondo me, non esistono delle tonalità di make up da preferire rispetto ad altre.
E' fondamentale  osservare la sposa e in base alla sua natura orientarsi sulla scelta della palette di colori  più adeguata.
Raramente utilizzo nuance perlate perché durante il trascorrere della giornata hanno il difetto di fissarsi  sulle linee di espressione naturali delle palpebre e di mettere  inevitabilmente in luce la stanchezza.
Prediligo tonalità opache miscelate con colori leggermente più satinati, che a mio avviso regalano un aspetto più  classico ed elegante .
La regola che consiglio di seguire nella scelta dei colori è quella di prendere come punto di riferimento il colore della propria pelle.
Una sposa dalla pelle chiarissima risulterà più naturale e radiosa se accosta alla pelle colori chiari e pastello, al contrario una donna dalla pelle scura o olivastra apparirà perfetta con tonalità più piene ed intense”.

Rossetto: meglio sfumature naturali o si può anche osare con quelle più choc?
“La maggior parte delle spose fanno fatica ad accettare un rossetto importante  perché sicuramente contrasta  molto con la chiarezza dell’abito. Io, sinceramente, preferisco  che diano la sensazione di freschezza e di golosità. Amo particolarmente i rossetti color corallo leggermente aranciati e i rosa delicatissimi come il color peonia ed il color confetto .
Al centro delle labbra  infine suggerisco sempre di applicare  un gloss trasparente per  volumizzante e rimpolpare la forma”.
Mi e' capitato spesso però che alcune spose , soprattutto all’estero, avessero scelto un abito corto che ricordasse un po' gli anni 50-60.
Ecco , per queste, ho ritenuto ideale un make up  che evocasse appieno le icone di quel periodo: eye-liner nero e rossetto rosso! Non dobbiamo dimenticare che il rossetto rosso non solo valorizza una dentatura non bianchissima ma agisce direttamente sulla luce dello sguardo donando brillantezza e  freschezza agli occhi”.

Infine, tutto l’occorrente per il ritocco durante la giornata: cosa dovrebbe portare con sé la sposa per rinfrescare il makeup?
Se il trucco e' ben fatto la sposa non ha bisogno di molte cose per ritoccarsi durante la giornata.
Ma consiglio di portare con sé  una cipria compatta, per opacizzare alcune zone più rischiose come le narici il mento, il centro della fronte,  e un   gloss per avere sempre le labbra in ordine .
Purtroppo , si può fare ben poco, se per il trucco degli occhi sono stati scelti degli ombretti in crema che scaldandosi tenderanno drammaticamente a depositarsi sulla linea palpebrale.

Un ultimo consiglio : procuratevi uno spray di acqua termale vaporizzata:  non solo fissa il trucco a lavoro ultimato, ma  permette di mantenerne la freschezza e la naturale trasparenza anche verso la fine della festa di nozze”.

Articolo tratto da Elle

Indietro
News image