01-10-2013

Intervista a MyWeddingDesign

Anche il mondo del matrimonio non rimane indifferente all'evoluzione grafica del web. Oggi pubblichiamo l'intervista alle quattro "menti creative" di myweddingdesign, che hanno avuto davvero un'idea originale per dare una forma "speciale" al vostro giorno felice. Potete avere più informazioni sul loro sito, http://www.myweddingdesign.net  

 

M.I.: - In che cosa consiste la vostra attività? E' diverso dal tradizionale wedding planning?

Myweddingdesign: In realtà ci occupiamo di creare l'immagine di un evento importante, l'identità visiva dell'intero matrimonio. Lo facciamo da anni per le aziende e adesso abbiamo deciso di dedicarci al settore del wedding.

M.I.: - Come avete avuto l'idea di abbinare il web e il matrimonio? Credete sia un'"unione felice"?

Myweddingdesign: Ci siamo rese conto di far parte dell'era mobile delle app, delle geolocalizzazioni, del networking. Gli eventi ormai viaggiano in rete e quale miglior occasione per rendere fruibile a tutti quell'identità visiva di cui parlavamo prima. Tra l'altro il nostro tempo è anche il tempo della dislocazione. Chi per lavoro, chi per altri motivi, ha lasciato la propria terra e, organizzando un matrimonio, risulta sempre più difficile coinvolgere emotivamente amici e parenti. Il web in questo ci viene in aiuto e il suo concetto di condivisione qui calza a pennello. Inviando un semplice link il mio caro amico da Venezia o mia zia da Brooklyn potranno sfogliare il mio album fotografico, vedere i momenti più importanti di quel giorno e condividere la mia gioia. 

 

M.I.: - Inviti di nozze. Nel vostro sito sono presenti diversi esempi di grafiche. Come le realizzate? E' tutto personalizzato?

Myweddingdesign: Proveniamo dal mondo della progettazione grafica, siamo un team variegato. Chi si occupa delle illustrazioni, chi dell'impaginazione, chi del web, chi dell'adv. Abbiamo cercato di andare incontro ai più svariati gusti. Dal classico, al retrò, dal vintage al geek. Abbiamo anche previsto svariate possibilità di presentazione. In una di queste è la bimba della coppia che annuncia agli amici e ai parenti il matrimonio di mamma e papà. In un'altra gli sposi avevano l'esigenza di mandare l'invito ad un amico non vedente e abbiamo pensato ad un layout personalizzato in braille. 

 

M.I.: - Che servizi fornite agli sposi?

Myweddingdesign: Quello che realizziamo è la progettazione e realizzazione visiva dell'evento. Dagli inviti ai libretti per la celebrazione, dai menu ai tableau per il ricevimento. Con i nostri progetti cerchiamo di accompagnare visivamente sia gli sposi, sia gli invitati. I progetti che realizziamo sono personalizzati. Spesso ci viene chiesto un progetto visto nel nostro sito, a volte gli sposi hanno una loro idea ben precisa che noi dobbiamo solo mettere su carta e realizzarla ad hoc. Ci è capitato anche di realizzare inviti con applicazioni in tessuto, come nel caso del "Dancing in red" di Giulia e Marco e li abbiamo declinati per altri sposi con colori e temi diversi. 

 

M.I.: - Ritenete che ci sia molta competizione nel settore, su internet?

Myweddingdesign: Beh, diciamo che il settore wedding è vastissimo. Crediamo che sia molto più ampia la ramificazione del planning. Quello di cui ci occupiamo noi è la progettazione dell'immagine visiva, di tutto ciò che viene stampato per quell'occasione. La competizione è comunque alta, ma si cerca di aggiornarsi sempre e di creare nuovi possibilità di fruizione, come ad esempio quella del web. 

 

M.I.: - Che tipo di matrimoni preferite?

Myweddingdesign: I matrimoni più interessanti sono quelli creativi o per così dire 2.0. Abbiamo creato una partecipazione, "Love 2.0" appunto, in cui Beatrice e Michele desideravano creare un vero e proprio timing dell'evento. In quel caso il "Big day" è stato presentato con una timeline in cui ogni momento era scandito da un orario e una icona. Diciamo che i nostri matrimoni preferiti sono quelli della nostra generazione. La generazione delle infografiche, delle app, dei social network. E i risultati sono quelli di Marco e Sara con un invito chiaramente infografico l'"Infowedding" o il "Save the date" di Edoardo e Chiara, o ancora "Cake" di Giovanni e Marisa o il "Yes we do" di Elisabetta e Francesco. 

 

M.I.: - Quante coppie avete "reso felici"? 

Myweddingdesign: Felici e contenti!!! E' questo quello che ci auguriamo e cerchiamo di fare ogni volta che progettiamo un layout per un matrimonio. Le coppie che abbiamo incontrato sono state ognuna un'opportunità anche per migliorarci. Infatti cogliamo l'occasione per ringraziarli, il nostro grazie va a loro che ci hanno, inconsapevolmente, fatti crescere. Grazie a Matteo e Paola, a Francesco e Serena, a Maria e Angelo, a Giorgia e Lino, a Francesco e Tina, ad Alessio e Angela, a Flavia e Alfredo, a Edoardo e Maria… grazie anche a tutti quelli non riusciamo a nominare per questione di spazio in questa intervista...

 

M.I.: - Da cosa è nata l'idea? Quando è scattato l'interruttore: "Vogliamo occuparci di matrimoni"? Da che esperienze precedenti venite?

 

Myweddingdesign: Come dicevamo all'inizio proveniamo dal mondo della progettazione grafica. Abbiamo sempre curato l'immagine visiva delle aziende. Siamo quattro graphic designer, ognuna col proprio bagaglio culturale ed esperienziale. Le nostre specializzazioni sono il disegno e l'illustrazione vettoriale, l'impaginazione editoriale, la realizzazione web, il marketing e l'adv. Abbiamo deciso di occuparci di matrimoni davanti ad un'insalata durante una pausa pranzo. Parlando del periodo di crisi che stava investendo l'Italia ci siamo rese conto che la gente non facesse più alcune cose, ma che nonostante tutto continuasse a sposarsi. Forse mosse da un sano desiderio di cambiare settore di fruizione, forse perché tutte single volevamo esorcizzare la paura del matrimonio, forse perché eterne innamorate dell'amore. Abbiamo deciso. Abbiamo chiesto il conto e ci siamo messe subito a lavoro.

Indietro
News image