04-12-2013

Max e Cinzia Make Up

M.I.: Quali sono state le tendenze del make up del 2013? 

Max e Cinzia Make Up: Nel 2013 il make up è stato il protagonista delle serate e degli eventi delle donne. Tutte sicuramente si sono concesse molto mascara e labbra rosse.

Anche l’eye liner è stato usato molto e spesso ha segnato linee come si usava negli anni 50 con la codina all’insù. Molti gli ombretti glitterati stesi sulle palpebre e molti i blush minerali usati per illuminare gli zigomi. Parola d’ordine del 2013 è stata “illuminiamoci”, il che ha Fortunatamente eclissato gli Smoky eyes sbavati, anche se ritornati a bomba per Halloween. Diciamo che la donna nel 2013 si è concessa qualche passo avanti nell’usare il make come accessorio per completare l’outfit ma non ha rischiato molto. 

 

M.I.: Per quanto riguarda le spose, invece, quali sono le acconciature, il "trucco e parrucco" preferito? 

Max e Cinzia Make Up: Nel 2013 le spose hanno scelto per la maggior parte dei casi di sfoggiare un look da rivista patinata. Acconciature e trucchi perfettamente abbinati all’abito per ricreare un look elegante e senza colpi di testa. Colori neutri come il marrone freddo e rosa antico per le spose d’inverno con uno style molto raffinato per i capelli: Chignon, banane e code alte.

Per la primavera e l’estate c’è stata un’esplosione di freschezza per le acconciature. Il boccolo l’ha fatta da padrone per ogni sposa, sia mora che bionda. La lacca è stata usata solo come fissativo per il trucco e non per i capelli perchè per via del caldo le chiome sono diventate tutte morbide e fluenti senza fronzoli, senza fiori, senza coroncine e diademi. I colori del make up si sono scaldati tutti passando per l’oro e il bronzo e spesso si sono sposati con gloss super specchianti per le labbra.

 

M.I: Per il 2014 quali saranno le tendenze? 

Max e Cinzia Make Up:  Per le acconciature, così come per gli abiti, saranno protagonisti i cristalli e i dettagli glam come fiori, pizzi e fiocchi, abbinati ad un trucco naturale ma molto femminile. Grande ritorno del velo e degli accessori per i capelli. In generale andranno tutti gli outfit sobri ma con dettagli strategici e sensuali come le schiene scoperte, che abbineremo a ciglia lunghe e folte, colori neutri per gli occhi e labbra ben evidenti ma mai rosse. Poi avremo il grande filone intramontabile delle spose romantiche, che non rinunceranno all’abito ampio e quindi vorranno un’acconciatura con accessori tradizionali ma rivisitati in chiave moderna e finalmente assisteremo alla scomparsa dei finti boccoli posticci e pendenti sulla faccia che lasceranno spazio a code laterali o ad acconciature voluminose e vintage. Una tendenza che sta prendendo piede è la sposa principessa per la cerimonia e sensuale in lungo o sbarazzina in corto per il ricevimento. E lì, ovviamente scatta il secondo trucco e parrucco. Make up più audace con occhi bordati di scuro ma con colpi di luce glitterati su una base più che perfetta per il taglio della torta e l’inizio di una serata danzante.

Per noi quest’anno la sposa vincente sarà la sposa Bohèmien, alla Alberta Ferretti o alla Claire Pettibone, che useranno abiti leggeri dalle schiene velate e pizzi vintage sulle quali sbizzarrirci con eleganza: acconciature e trucchi dai colori solari e vivaci da tempo abbandonati.

M.I.: La situazione più impegnativa che vi siete trovati a risolvere?

Max e Cinzia Make Up: La situazione più impegnativa dell’anno è stata quando una sposa ci ha chiamato il venerdì per sposarsi il sabato, cioè il giorno dopo. Senza aver fatto le prove e senza conoscere nè la sposa e nemmeno l’abito, ci siamo assunti una responsabilità molto forte. Via e-mail la sposa ci ha fornito l’immagine di una bella sposa bionda e romantica. Tutta notte a studiare e confrontarci, con il sorriso suoniamo il campanello e ci apre lei, la sposa. Mora, viso squadrato, capelli scuri e corti!!! Panico! Sicuri della nostra professionalità l’abbiamo ascoltata e cercato nel minor tempo possibile di esaudire i suoi desideri. Qualche difficoltà per l’acconciatura perché più o meno idonea al volto e all’abito ma molte difficoltà sul trucco. La richiesta era di un trucco molto forte ed evidente. Qui la difficoltà maggiore è stata calibrare l’intensità del trucco senza pasticciare la base e senza creare una maschera. Non ci siamo riusciti subito, abbiamo lavorato un passo alla volta senza mai perdere la fiducia e senza mai far preoccupare la sposa. L’importanza dei prodotti professionali si apprezza in queste circostanze. Stratificare il prodotto sugli occhi nella speranza che non creasse spessore o sbavature visibili in foto ci ha fatto letteralmente sudare sette camicie. La morale della giornata è che bisogna sempre consigliare da subito alla sposa di ispirarsi ad un’immagine che la rassomigli il più possibile. I colori del make up che valorizzano una bionda non posso essere sempre quelli di una mora, anzi quasi mai, e molte acconciature sui capelli biondi rendono di più che sui capelli castani. Fidatevi! Il giorno dopo, sposa e suocera ci hanno chiamato per ringraziarci e noi d’ora in poi prima della data delle nozze chiediamo il colore dei capelli!!!

 

M.I.: Qual è l'umore delle spose che devono acconciarsi? 

Max e Cinzia Make Up: L’umore delle spose è la difficoltà maggiore per noi professionisti della bellezza.

La cosa comica è che le spose più precise, più pignole, più insicure, più esagitate poi arrivano al giorno delle nozze calme e rilassate, sorridenti e disponibili. Tu passi la notte insonne con l’ansia da prestazione e loro dormono sonni tranquilli. Sarà che le infondiamo sicurezza o sarà che assorbiamo noi le sue ansie??? 

Le spose invece calme, tranquille con l’idee chiare già da subito, rimangono così fino alla fine… la nostra fine! Si, quelle calme hanno un picco di ansia e di emozione proprio poche ore prima del matrimonio lasciandoti stupito per le reazioni spesso impensabili, ma sempre gestibili con un confetto o una manciata di confetti.

Le spose cosiddette adulte sono quelle più emozionanti come quelle romantiche. Quelle che si sposano e ti chiedono di essere belle per il loro futuro marito. Ecco noi i mariti spesso non li conosciamo e non sappiamo che gusti hanno quindi come possiamo renderti bella ai suoi occhi??? Beh, raccogliamo i litri di ansia assorbita e li abbiniamo al trucco e all’acconciatura ma soprattutto alla luce che hanno negli occhi e alle lacrime che spesso trattengono.

 

M.I.: Coordinate il trucco al vestito? Come fate? 

Max e Cinzia Make Up:  Noi non abbiniamo direttamente il trucco all’abito ma cerchiamo in maniera sinergica di fare in modo che capelli e trucco delineino la personalità della sposa in un determinato abito. Principalmente se l’abito ha uno stile molto riconoscibile tipo anni 50, da ballerina con gonne ampie e scollo a cuore o semplice e geometrico, la difficoltà sta nel non enfatizzarlo ma nell’accompagnarlo: se l’abito è anni 50 non ricreo un look alla Dita Von Teese o burlesque, uno stile romantico con gonne in tulle non lo abbino a code alte o chignon da ballerina con un make up con pomelli e tonalità rosa. Bisogna prima studiare l’acconciatura giusta per l’abito. Se ha la schiena da valorizzare faremo un raccolto alto e il trucco diventerà semplice perché l’attenzione è comunque focalizzata sulla schiena. Se l’abito ha una scollatura profonda ed è molto sensuale. Il trucco va da sé che deve essere importante ed elegante ma non sexy. In genere per distogliere lo sguardo dalla scollatura evidenziamo gli occhi. Se la sposa è romantica sicuramente sceglierà le tonalità rosate però le focalizziamo sulle labbra e sugli zigomi donando invece agli occhi delle ciglia folte e lunghissime.

 

M.I.:  Preferite il classico o l'elaborato? Semplice o stravagante? 

Max e Cinzia Make Up: Per esperienza la semplicità vince sempre o meglio il rigore e l’equilibrio tra abito e acconciatura rimangono vincenti. Si cerca di giocare o di osare di più con le personalità vivaci e frizzanti delle spose, spesso quando gli abiti sono colorati e non bianchi oppure quando bisogna ricreare una precisa atmosfera o donare teatralità all’evento. Osare troppo con acconciatura e trucco, che vuol dire anche solamente affidarsi alla moda del momento, nel futuro non paga. Quando dopo anni di matrimonio si riguardano le foto è sempre meglio rivedersi con affetto e non sentirsi invecchiati o avere il rimpianto di avere esagerato o peggio derisi dai propri figli. Molte spose che con noi hanno osato sfoggiando abiti favolosi, imponenti o particolarmente colorati ancora oggi rivedendosi si sentono le protagoniste del loro matrimonio e non grazie solo all’abito ma anche grazie alla loro naturalezza nel vestirlo.

 

M.I.: Svelateci qualche "segreto" che usate nel vostro lavoro. 

Max e Cinzia Make Up: I nostri segreti sono…segreti!  e non esistono confetti che possano comprarci! 

Il look delle spose è un mix di emozioni e strategie che si intrecciano. Noi cerchiamo di interpretare le richieste della sposa e una volta trovata la soluzione che la fa sentire al sicuro la annotiamo e la condividiamo con lei. Compiliamo insieme alla sposa una scheda con il trucco e l’acconciatura che abbiamo deciso così anche lei è sicura che avrà ciò che chiede: dalla parte stilistica ed estetica alla parte pratica di durata e di resa fotografica e visiva. Se poi volete qualche segreto molto pratico vi diciamo di fare molta attenzione alla base che resti sempre opaca ma non farinosa, usando delle ciprie micronizzate stratificabili, che le labbra siano sempre in ordine cambiando in base all’orario della festa le tonalità dei gloss. Più chiaro di giorno per poi scurirsi verso sera. Il mascara, rigorosamente waterproof, per quanto resistente non sempre vince contro l’emozione. Ma noi abbiamo un altro trucco da svelarvi. La bordura della rima inferiore dell’occhio non dove mai arrivare al condotto lacrimale. Lasciare sempre lo spazio del mignolo in modo che mal che vada basterà un angolino del fazzolettino o il dito stesso della sposa a tamponare la lacrimuccia.

 

M.I.: Tempistiche. Come ci si organizza per un matrimonio? 

Max e Cinzia Make Up: Parlando di look noi consigliamo di cercare un truccatore e un parrucchiere che si conoscono tra loro. Iniziare le prove di parrucco almeno tre mesi prima delle nozze ma solo ad abito acquistato. Dopo che si è decisa l’acconciatura si passa al trucco.

Anticipare troppo le prove non giova, si rischia di doverle ripetere per vari motivi, soprattutto per insicurezza. Poi una sposa primaverile che fa le prove a gennaio non sente ancora la primavera e quindi non si sentirà a posto fin che il sole non la bacerà. Quindi, due, massimo tre mesi prima, è il tempo esatto per definire il look. Poi in due mesi si fa sempre in tempo a trovare una sostituzione.

 

Max e Cinzia

Indietro
News image