08-11-2013

Wed Click

WedClick nasce da un sodalizio professionale: siamo due fotografi romani che amano creare immagini e raccontare storie attraverso le immagini. Prediligiamo lo stile del reportage matrimoniale che ognuno di noi interpreta secondo la propria esperienza e la propria sensibilità. Operiamo principalmente su Roma ma lavoriamo anche all’estero e in tutta Italia.

 

M.I.: Come nasce wedclickphoto? Perchè occuparsi di matrimoni?

WedClick: Siamo due fotografi romani, Andrea e Silvia, che hanno fatto lo stesso percorso formativo e che, scatto dopo scatto, hanno consolidato non solo un’amicizia, ma anche un progetto professionale comune: Wedclick appunto. Entrambi ci siamo formati frequentando scuole di reportage, viaggiando per il mondo, grazie a workshop fotografici, e portando avanti progetti fotografici comuni. La passione per il reportage matrimoniale è nata spontaneamente: all’inizio è stata una sfida verso noi stessi perchè volevamo riuscire ad utilizzare lo stesso approccio che usiamo nei reportage sociali anche nella fotografia di matrimonio.  La sfida era quella di essere invisibili seppur parte dell’evento, di utilizzare poco le foto posate, di riuscire a cogliere lo spirito di una giornata unica, le emozioni delle persone che vi partecipano, i colori, le atmosfere i dettagli. Volevamo riuscirci attraverso un approccio che ci appartenesse, instaurando un rapporto di vicinanza con gli sposi e gli invitati. Ci piace pensare, dopo tanto lavoro in tal senso, che le nostre foto raccontino gli sposi nella loro unicità, perché nessuna coppia è uguale all’altra e nessun matrimonio è simile ad un altro. 

 

M.I.: E' un settore competitivo? Ci sono molte offerte?  

WedClick: Il settore è molto competitivo e nel panorama di offerte che vengono proposte alle coppie, alle volte è difficile emergere come fotografi. Noi siamo una realtà giovane e abbiamo scelto di non essere aggressivi da un punto di vista commerciale, tant’è che abbiamo deciso da poco di aprire un sito specifico per i matrimoni e le relative pagine sui social network. Ci piace che le coppie che arrivano da noi siano state consigliate da chi abbiamo già fotografato o si siano innamorate delle nostro foto visitando il nostro sito; ci piace offrire un servizio di qualità, ritagliato sulle esigenze degli sposi e al giusto prezzo. Purtroppo la concorrenza è altissima e la crisi si sente anche in questo settore. 

 

M.I.: In cosa consiste, in sintesi, la vostra attività? La vostra mission?

WedClick: La nostra “mission” è quella di rendere soddisfatti i nostri clienti. Vogliamo che lo siano non solo perché sono contenti delle foto e del servizio matrimoniale che abbiamo fatto per loro, ma anche perché sentono di aver vissuto insieme a noi, un’esperienza unica, bella e divertente. Con gli sposi noi non trascorriamo solo la giornata del matrimonio, ma li incontriamo e li sentiamo spesso, sia prima che dopo l’evento, per preparare i dettagli del servizio, per decidere le location, per la scelta delle foto etc., alle volte anche solo per prendere un caffè e fare due chiacchiere. 

 

 

M.I.: Quali sono i vostri punti di forza, i servizi che offrite? 

WedClick: Tra i nostri punti di forza, sicuramente vi è quello di avere uno stile fotografico ben preciso che ci contraddistingue, quello del reportage.  Un altro punto di forza è che siamo in due. Garantiamo sempre la presenza di due fotografi, con attrezzatura professionale agli eventi matrimoniali. Questo ci permette di cogliere ogni attimo dell’evento e di garantire sempre alti standard. Inoltre siamo un uomo e una donna e quando fotografiamo abbiamo sensibilità diverse che si fondono e riescono a dare una visione a tutto tondo. 

Offriamo anche molti servizi ritagliati “su misura” in base alle esigenze delle coppie. L’esperienza ci ha portato a definire alcuni pacchetti di servizi che  i nostri clienti utilizzano come riferimento ma che possono essere modificati secondo le necessità e i gusti. Tra i servizi che offriamo ci sono, ad esempio, i servizi fotografici pre-matrimonio o di fidanzamento, gli album fotografici ricordo per gli amici e per i parenti in formato digitale: questi ultimi sono pensati con uno spirito diverso dall’album fotografico classico e in essi, in genere, gli sposi si sbizzarriscono dando un taglio divertente all’editing delle foto. 

Durante l’evento cerchiamo di dar vita a situazioni divertenti con la complicità degli sposi e degli amici, per creare spunti che arricchiscano il racconto della giornata. Questo può significare, di volta in volta, esaltare lo spirito romantico, divertente, vintage, elegante etc. che ogni matrimonio racchiude. 

Infine, come WedClick fotografiamo anche altri tipi di eventi, ad esempio compleanni, feste di famiglia, convegni; ultimamente ci stiamo cimentando in ritratti di famiglia nei quali vengono coinvolti anche gli amici di casa a quattro zampe, un tipo di ritratto ancora poco conosciuto nel nostro paese.

 

M.I.: Puntare sul web oggigiorno paga? 

WedClick: Sicuramente è diventato indispensabile. Tutte le coppie effettuano le proprie ricerche via web. La presenza di Wedclick sui social network e su internet in generale ci ha permesso di farci conoscere anche all’estero. Inoltre ci piace trovare fonti d’ispirazione fotografiche e non solo, che condividiamo con tutte le persone che ci seguono, attraverso i nostri canali Twitter, FaceBook, Pinterest. I social network in particolare, ci hanno fatto conoscere ed apprezzare anche da chi è del settore.

 

M.I.: Le coppie sono soddisfatte? Riuscite a trasformare la loro esperienza in qualcosa di speciale e memorabile?

WedClick: Abbiamo avuto grandi soddisfazioni! E speriamo di accontentare tante altre coppie anche perché ci mettiamo davvero molto impegno. Ci piace essere considerati un po’ “cantastorie” di quello che è il giorno più bello. La nostra formazione è quella del reportage e quindi siamo naturalmente portati a costruire il “racconto” del matrimonio, ritagliandolo però sempre sul carattere e sui desideri della coppia. Per noi la cosa più importante  è che le storie che raccontiamo devono emozionare.

 

M.I.: Che professionalità coinvolge la vostra attività? Dal sito web alla realizzazione grafica, (eccetera)

WedClick: Serve molta professionalità. La fotografia in generale è un mestiere che s’impara con tanto sacrificio e nel quale serve anche molto talento. In genere un buon fotografo ha frequentato molti corsi di formazione e continua a frequentare corsi di aggiornamento, workshop di approfondimento, mostre, partecipa a concorsi e letture fotografiche, è una persona curiosa, che si mette molto in discussione e che è sempre alla ricerca di una sua visione delle cose. La fotografia è un linguaggio che bisogna imparare a parlare. Se poi diventa una professione occorre avere un’attrezzatura adeguata, imparare a gestire i clienti, occuparsi della diffusione delle informazioni, del sito web, della grafica etc. A noi poi piace curare tutti questi aspetti, quindi non solo quello creativo, ma anche tutto ciò che riguarda il marketing, la creazione di link professionali etc.

 

M.I.: Noi a matrimonio italiano ci occupiamo di fotografi di ottimo livello. Che rapporto avete con la fotografia/fotografi?

WedClick: La fotografia per noi è una vera passione che nutriamo costantemente: i grandi autori per noi sono fonte d’ispirazione e confronto. Fortunatamente viviamo a Roma, una città ricca di opportunità da questo punto di vista. Ci capita spesso di partecipare a presentazioni, a workshop, ad incontri di fotografia con colleghi di alto livello e viaggiamo spesso per partecipare a festival della fotografia in Italia ed all’Estero. Così ogni volta che torniamo a scattare un servizio matrimoniale ci portiamo dietro un po’ delle cose nuove che abbiamo appreso e delle emozioni che abbiamo provato.

 

M.I.: Vi piacciono i Reportage fotografici? Che tipo di fotografia preferite? 

WedClick: Il reportage fotografico è stato per noi un innamoramento. Ogni fotografo prova tutto nel corso della sua vita, ma coltiva sempre una predilezione per un particolare tipo di fotografia. C’è chi ama la fotografia naturalistica, chi è bravissimo nella fotografia paesaggistica: la nostra passione è  il reportage di taglio sociale. Il reportage si incentra sul racconto di storie attraverso una sequenza di immagini, prevede una lunga fase di approfondimento e anche di scatto, spesso sono veri e propri progetti che durano molti anni. Le foto colgono sempre momenti spontanei, mai rubati. Quando si scatta per un reportage si è sempre dentro la situazione cercando di essere invisibili, anche perché si utilizzano, in genere, obbiettivi fissi come il 28 mm. Quando fai un reportage entri a far parte della vita di altre persone, ti metti in gioco, in discussione, cerchi di raccontare una storia, un problema, un’esperienza attraverso la tua visione personale e le tue emozioni. Il grande fotografo Eugene Smith non a caso disse “A cosa serve una grande profondità di campo se non c’è una grande profondità di sentimento?”. Ed è un po’ con questo spirito che cerchiamo di avvicinarci alle coppie che scelgono WedClick per il loro matrimonio.

 

M.I.: Matrimonio e Web. Secondo voi come evolverà il matrimonio a contatto con tecnologia, social network, web 2.0? 

WedClick: Sempre di più i matrimoni e tutta la preparazione che li riguarda stanno diventando “social”. Già oggi, molte coppie condividono i loro vissuti fin dal momento del fidanzamento, attivando pagine Facebook, profili Twitter o aprendo veri e propri blog dedicati all’evento. Anche per i professionisti si aprono importanti opportunità: noi stessi, ad esempio, proponiamo agli sposi delle versioni web-gallery dei loro album matrimoniali e stiamo pensando di offrire servizi di blogging arricchiti con le nostre immagini. Un piccolo segnale, che testimonia l’evoluzione verso le nuove tecnologie, è che molte coppie cominciano a scegliere il foto libro, e apprezzano il fatto che gli forniamo i file digitali delle loro foto, anche se la maggior parte  non resiste al fascino della foto stampata di qualità. 

Da un punto di vista puramente professionale, a noi piace utilizzare il web per creare sinergie con tutti quei professionisti, quali ad esempio musicisti, cantanti, organizzatori di eventi, designer etc. con i quali abbiamo lavorato proficuamente.

 

wedclick

Indietro
News image