07-10-2013

Intervista a Gaetano Caberlotto

Abbiamo intervistato un altro professionista di Matrimonio Italiano, Gaetano Caberlotto. Presto sarà on-line la sua gallery nel nostro sito. Nel frattempo, leggete la sua intervista! Le sue risposte possono essere di stimolo e di ispirazione a molti fotografi e aspiranti fotografi. Potrete trovare le sue fotografie su Matrimonio Italiano, prossimamente, o dare un'occhiata anche nel suo sito, Gaetano Caberlotto.Se siete interessati ad un contatto diretto, potete contattarlo a info@gaetanocaberlotto.com

M.I: - Come comincia un fotografo che si specializza nelle fotografia per matrimoni? Come ti sei avvicinato? Autodidatta, o altro?

Gaetano Caberlotto : Un amico che ha insistito notevolmente perchè fossi io e nessun altro a fargli le foto del matrimonio, a quel tempo fotografavo ma non matrimoni.

Poi la passione per il lavoro ha fatto il resto.

M.I.: - Quali sono le tappe necessarie per diventare un serio professionista? (Q.i.P, eccetera)

Gaetano Caberlotto : Le tappe sono un passo dietro l'altro, sbagliando all'inizio, prendendo passione poi, e cercando di migliorare e migliorarsi sempre di piu', confrontandosi anche con i colleghi-amici, aiuta molto il partecipare anche alle qualifiche e concorsi.

M.I.: - Qual'è la tua macchina fotografica preferita? Quali usi? A che obiettivo non rinunceresti mai? 

Gaetano Caberlotto : La mia macchina fotografica preferita e l'ultima che acquisto, uso Canon da sempre, il mio obiettivo preferito? il 14mm, ma non rinuncerei mai al 50mm 1,4.

M.I.: - Se c'è una cosa della tua professione che vorresti cambiare. 

Gaetano Caberlotto : La correttezza tra i colleghi, purtroppo non c'è sempre professionalita' in giro.

M.I.: - Quanto tempi occupa l'editing dell'immagine? Il lavoro fatto postediting? 

Gaetano Caberlotto : Il lavoro di post-produzione è importante ma se non scatti le foto in maniera adeguata non ti salvi...comunque ci vuole molto tempo!

 

M.I.: - Dopo quanti anni si matura un'esperienza significativa?

Gaetano Caberlotto : Ognuno di noi ha il suo tempo...c'è chi riesce prima e chi dopo, non c'è un tempo predefinito.

M.I.: - Quali sono i Wedding Reportage nei quali ti sei più divertito? E quelli più impegnativi? Quelli che in qualche modo ti sono rimasti nel cuore?

Gaetano Caberlotto : La coppia fa' sempre molta differenza, ci sono coppie che riescono a metterti a proprio agio e ci sono coppie che purtroppo sono troppo nervose, vuoi per l'importanza della giornata, vuoi per altre cose, per mia fortuna il 90 % di coppie che faccio mi fanno sempre divertire, diventiamo sempre amici dopo la cerimonia, si instaura un bel rapporto.

 

M.I.: - Quali location ti hanno attratto di più, da un punto di vista dell'ispirazione?

Gaetano Caberlotto : Venezia e Roma, direi che sono bellissime...

M.I.: - Che tipi di fotografi ammiri, a parte quelli del settore?

Gaetano Caberlotto : Tutti i bravi, e per fortuna ce ne sono moltissimi...sono sempre ammirato da una bella fotografia, mi ispira, mi stimola.

M.I.: - Fai anche altri tipi di fotografie, o sei interamente assorbito dal lavoro?

Gaetano Caberlotto : Mi cimento con tanti tipi di fotografia, commerciale, sportiva, reportage, direi che è sempre uno stimolo per provare cose diverse che inevitabilmente arricchiscono il modo di "fare fotografia"

 

M.I.: - Cosa consiglieresti agli sposi, per avere un album fotografico ben fatto? (Dalla scelta del fotografo, all'attegiamento che devono tenere, tutto)

Gaetano Caberlotto : Scegliere un professionista serio, poi lasciarsi consigliare cercando di essere loro stessi in tutta la parte della giornata, vivere le emozioni del momento...il resto viene da sè.

M.I.: - Cosa consiglieresti a chi si vuole avvicinare al mestiere?  

Gaetano Caberlotto : Di fare una scuola adeguata, ci sono scuole di fotografia molto valide, poi dopo l'infarinatura iniziale cercare di fare la professione in maniera professionale, corretta e con passione!

Indietro
News image
Gaetano Caberlotto fotografo
Gaetano Caberlotto fotografo Pagina Personale